Per fare un bel giardino, piante e fiori non bastano. Quando si ha a disposizione una vasta porzione di verde o un’ampia superficie esterna pavimentata, si corre il rischio di scegliere all’ultimo momento soluzioni di arredamento e ombreggiamento precarie, magari spinti dal sole che improvvisamente brucia le piante in vaso, o dal bisogno di privacy percepito solo quando si inizia a vivere di più gli spazi esterni della propria casa. Invece la primavera porta consiglio ed è il momento giusto per pensare di installare delle tende autoportanti da giardino o magari un’elegante pergola bioclimatica.

Perché l’arredamento e il design (nell’accezione del garden design) sono importanti anche nell’outdoor: una corretta progettazione può fare la differenza sia in ampi spazi verdi che in contesti urbani di piccole metrature, regalando un senso di ariosità agli angoli più angusti e valorizzando quelli più vuoti, facendo percepire meglio le dimensioni, le proporzioni e la funzionalità degli spazi aperti, arredandoli e rendendoli preziosi e personalizzati. L’idea più preziosa di tutte per un outdoor dal tocco lounge è sicuramente la pergola bioclimatica lamellare.

La bellezza di una pergola bioclimatica

Evoluzione green delle classiche strutture autoportanti per esterni, è dotata di un tetto con lamelle in alluminio a inclinazione variabile, per proteggere assicurando il naturale ricircolo dell’aria, creando l’effetto di un impianto di climatizzazione nel pieno rispetto dell’ambiente. Pergole e pavillon sono disponibili con tetti di diverse tipologie, anche con tende a pacchetto integrate e apribili tramite comandi automatizzati, che permettono di posizionarle a piacimento per donare la giusta ombra oppure ammirare il cielo. I resistenti tessuti in poliestere delle pergole riparano dai raggi UV e dal calore, i teli in PVC invece sono l’ideale se si desidera una copertura per la pioggia, valorizzando la terrazza in estate e proteggendola in inverno secondo le diverse esigenze.

Per creare la giusta privacy e protezione dai riflessi del sole, pergole e pavillon possono anche integrare sistemi d’ombreggiamento aggiuntivi come le tende a scorrimento verticale, creando delicate suggestioni mediterranee che richiamano i momenti di vacanza, favorendo il relax e lo spazio per la fantasia. Lo stile mediterraneo è l’evergreen degli arredamenti per esterni, forse perché coi suoi colori caldi e i richiami allo spazio aperto del mare, ha sempre quel tocco luminoso e rilassante che mette a proprio agio.

Idee per arredare in outdoor

L’arredamento per esterni ha molte declinazioni, ed è possibile personalizzarlo in base alle caratteristiche della pergola che si è scelto di installare in giardino o in terrazza: c’è lo stile provenzale, un classico-rustico in colori pastello e fantasie floreali sui toni del bianco e del lilla; lo stile inglese, che prevede forme arrotondate e mobilia in vimini oppure ferro battuto smaltato; chi ama il design può optare per lo stile contemporaneo, con illuminazione a led ed elementi d’arredo in colori vivaci a contrasto coi tessuti in toni neutri; infine il boho chic, stile opulento e all’ultima moda, con dettagli vintage e mobili lavorati.

Che si tratti di installare delle tende autoportanti da giardino o una pergola bioclimatica, è bene non dimenticare l’importanza di una corretta progettazione della pavimentazione per esterni, che può essere in legno, pietra naturale, cotto, cemento, piastrelle, erba e misto erba o copertura in ghiaia… L’importante è che sia coerente con lo stile architettonico dell’abitazione, durevole e di facile manutenzione. Se il cotto e la pietra naturale assicurano uno stile rustico e un’ottima resistenza nel tempo, la ceramica scura (in versione antiscivolo) è sicuramente più moderna e lineare, mentre il legno è più flessibile, caldo ed elegante. Infine un manto erboso naturale (da manutenere correttamente) o finto (su piccole terrazze) regalerà la magia di una passeggiata a piedi nudi.

Vivere il giardino e la natura con il garden design

Tutto dipende da come si vuole vivere l’outdoor e gli spazi del giardino di casa: una pergola bioclimatica, oltre a risultare molto elegante, con le opportune chiusure può trasformarsi in un piccolo giardino d’inverno… Ma perché pensarci ora, mentre la bella stagione ha fatto il suo colorato ingresso e suggerisce altri modi di vivere all’aria aperta, creando spazi protetti per il gioco dei bambini o per grigliate sotto le stelle, angoli privati per il tempo libero o soleggiati per godersi una colazione in tranquillità, oppure per riposare dopo aver curato l’orto e le aiuole fiorite.

Perché stare il più possibile a contatto con la natura è un bisogno della persona, un modo per far crescere bambini più sani e un criterio per valutare la felicità e la qualità della vita in generale. Trascorrere del tempo immersi nel verde riduce le tensioni, favorisce il sonno e la concentrazione e allontana addirittura lo spettro della depressione. Il contatto frequente con gli alberi, le piante e la terra permette di vivere meglio in un ambiente più sano ed è importante, quando possibile, ritagliarsi delle piccole zone verdi private anche nelle aree residenziali… Perché il garden design è importante, basta che sia prima di tutto pensato per il benessere.