Vivere all’aperto, fuori in giardino, sulla terrazza, sul balcone. Il bello è che ci sono tantissime possibilità per prolungare il tempo da trascorrere all’aperto, indipendentemente dalle condizioni meteo, che sia con una tenda cassonata, un tetto vetrato o un pavillon con copertura lamellare. Una protezione perfetta da sole, pioggia e sguardi indiscreti. Ma qual è la soluzione più adatta a voi? Ecco alcuni suggerimenti da considerare quando si acquista una tenda da esterno.

Per l’acquisto di una tenda da esterno la situazione di montaggio offre delle prime indicazioni

Per stabilire qual è il tipo di tenda ideale per voi occorre considerare il luogo di installazione e l’uso previsto: è possibile fissarla alla parete? Deve servire come protezione dal sole o deve essere montata sulla terrazza per proteggere in modo perfetto dalle intemperie? E magari deve anche proteggere lo spazio all’aperto dagli sguardi indiscreti delle altre persone?

Quando si acquista una tenda da esterno occorre riflettere anche su aspetti basilari. La nuova tenda potrebbe dare fastidio al vicino, oppure c’è un albero che ne ostacola l’apertura? E magari è addirittura necessario ottenere il rilascio di un permesso edilizio? È importante ponderare in maniera approfondita i vari aspetti proprio per proteggere la tenda stessa, affinché si possa godere davvero a lungo del comfort generato dall’investimento. È possibile installare la tenda sotto un balcone o un aggetto in modo che risulti sicura e non esposta a vento e intemperie, garantendo così la lunga durata della struttura?

La posizione e i quattro punti cardinali sono decisivi per l’acquisto di una tenda da esterno

In che modo l’ombra viene proiettata sulla casa o sull’appartamento? Questa è la domanda centrale da porsi quando si intende acquistare una struttura da ombreggiamento; le dimensioni e l’orientamento della tenda, infatti, devono sempre essere adatte alle condizioni dell’ambiente circostante e la sua apertura, inoltre, dipende sempre dal percorso del sole. In linea di principio vale la regola per cui tanto maggiore è la superficie del balcone che si desidera ombreggiare o l’area del giardino che si intende proteggere dal sole, tanto maggiori dovranno essere la cosiddetta apertura della tenda e la sua larghezza. STOBAG, per esempio, consiglia un’apertura di almeno mezzo metro in più rispetto alla profondità della terrazza o del balcone. In linea di massima STOBAG offre numerosissimi modelli con un’apertura che arriva fino a quattro metri.

Se il balcone o la terrazza sono liberamente visibili, o se l’area del giardino è esposta completamente a ovest, allora è consigliabile anche prevedere un telo integrato nel profilo del frontalino, da poter abbassare verticalmente in modo graduale a seconda della necessità. Oppure è pensabile una tenda laterale, da aprire facilmente con una semplice maniglia e richiudere in un elegante cassonetto di alluminio. Scegliendo una di queste soluzioni si risolverà il fastidio del sole basso nel tardo pomeriggio e degli sguardi indiscreti dei vicini. E soprattutto, a seconda del colore e del tipo di tessuto scelti, la tenda riflette meravigliose sfumature cromatiche che variano in base alla posizione del sole, creando ambienti davvero suggestivi. Quando si acquista una tenda per il balcone o la terrazza, o una struttura di protezione dal sole per il giardino, per non rimanere delusi dall’efficacia dell’acquisto è bene valutare il tessuto desiderato non soltanto in uno spazio espositivo. Il gioco di colori prodotto dal tessuto della tenda, infatti, è completamente diverso se visto alla luce del sole e del giorno o in un ambiente chiuso o su un piccolo campione di materiale.

Per l’acquisto di un sistema di ombreggiamento o di protezione dalle intemperie è bene riflettere su sottili differenze

Dalle tende con braccio a snodo, tende cassonate e tende a scorrimento verticale, fino ai tetti vetrati o ai pavillons indipendenti

Esistono tanti tipi di tende, e naturalmente ciascuno sceglie la struttura di protezione dal sole o dalle intemperie che più gli piace. È importante che la tenda sia adatta allo stile della casa e del giardino. Nella scelta è possibile avvalersi del consiglio e dell’esperienza di consulenti specializzati, perché le opzioni offerte sono davvero molte, soprattutto se si tratta di produttori di qualità come STOBAG.

Le tende aperte con braccio a snodo, per esempio, sono molto richieste perché, grazie alla possibilità di regolare l’angolo di inclinazione, possono essere adattate in modo personalizzato alle condizioni più svariate. Queste tende, però, vanno installate sotto un balcone o l’aggetto del tetto, dato che il tessuto e la struttura rimangono aperti e quindi non sono protetti. Le tende cassonate rappresentano una variante di gran pregio delle tende con braccio a snodo. Il cassonetto in alluminio, resistente alla corrosione, protegge efficacemente il tessuto, le parti meccaniche e, se presenti, i componenti elettrici sia da intemperie e temporali che dallo sporco. Le cosiddette tende a scorrimento verticale servono soprattutto quali moderni elementi di ombreggiamento per le facciate. Utilizzando un tessuto oscurante, inoltre, la tenda a scorrimento verticale si trasforma anche in un affidabile sistema di oscuramento. Per chi sta cercando qualcosa di più di una protezione dal sole per il giardino, per chi desidera sfruttare la terrazza con qualsiasi condizione meteo e lasciare all'aperto griglia e mobili da giardino anche d'inverno, il sistema a tetto vetrato è l’ideale. Grazie alla resistente struttura in alluminio con tetto vetrato integrato e al sistema di ombreggiamento optional, questa soluzione garantisce un’efficace protezione dalle intemperie. Il sistema può essere integrato facilmente con una tenda verticale frontale, una vetrata laterale, una protezione dagli sguardi indiscreti, ma anche con una suggestiva illuminazione.

Se non si ha la possibilità di montare la tenda o il tetto vetrato su una facciata, la soluzione perfetta allora è un pavillon da terrazza indipendente, dotato di sistema tetto modulare e comode possibilità di ampliamento. Si tratta di una struttura moderna e comoda, in grado di offrire una protezione completa.

Nell’acquisto di una tenda da esterno anche il budget di cui si dispone gioca naturalmente un ruolo importante. Se le tende cassonate e quelle con braccio a snodo rappresentano le soluzioni più economiche, i pavillons da terrazza e i tetti vetrati con tende integrate optional rientrano nel segmento di prodotti di lusso.

Riconoscere le tende da esterno di alta qualità

Certamente nell’acquisto di una tenda o di un sistema di protezione dal sole per il giardino il rapporto qualità-prezzo gioca un ruolo assolutamente centrale. Anche l’aspetto garantisce il piacere di trascorrere serenamente lungo tempo all’aperto. La chiave per un’ottima scelta d’acquisto è l’alta qualità del prodotto, che parte già dagli elementi costruttivi. Considerate le elevate sollecitazioni a cui è soggetta una tenda, è consigliabile una struttura in alluminio, ogni qual volta sia possibile in termini costruttivi. I profili e i componenti della struttura, inoltre, devono essere rifiniti con un rivestimento polverizzato che ne garantisce la protezione dagli agenti atmosferici e dalle intemperie. Una tenda cassonata di alta qualità si contraddistingue non solo per la sua resistenza alla corrosione, ma anche per il fatto di essere provvista di uno sportelletto che si apre verso l’alto e consente di effettuare gli interventi di manutenzione. Un investimento più che sensato per il futuro, perché questo sportelletto consentirà nel corso degli anni di pulire agevolmente il tessuto della tenda e di sostituirlo all’occorrenza, nonché di riparare eventualmente anche i componenti elettrici. La soluzione ideale quando è necessario sostituire o integrare elementi in un momento successivo.

Oggigiorno per la scelta del tessuto della tenda sono disponibili una miriade di opzioni: tinta unita, a righe, tonalità delicate o colori vistosi, ce n’è per tutti i gusti. Di sera, poi, le tende hanno addirittura un effetto di isolamento termico. Un’attenzione particolare nella scelta del tessuto va rivolta all’efficacia della protezione dai raggi UV, che evita le scottature da esposizione al sole e lo sbiadimento dei materiali. Le cuciture devono essere realizzate in modo impeccabile. Molti produttori di tende da esterno utilizzano l’acrilico come fibra di base per il filo delle cuciture. I fili in acrilico, però, hanno lo svantaggio di essere poco resistenti ai raggi UV. Ne consegue che già dopo pochi anni si rompono, provocando l’allentamento della cucitura del tessuto. Se le cuciture della vostra tenda nuova sono realizzate con il cosiddetto filo Tenara, potete star certi che il vostro prodotto durerà molto più a lungo. Tenara, infatti, è un filato teflon ad alte prestazioni utilizzato nei settori dell’industria e dell’edilizia. Risulta straordinariamente resistente ai raggi UV e rimane stabile in presenza di condizioni atmosferiche avverse ed effetti ambientali dannosi. Il filo da cucito Tenara non subisce degenerazioni neanche se a contatto con detergenti o acqua marina.

Peraltro sui tessuti per tende realizzati in poliacrilico è possibile che nel corso del tempo si formino delle pieghe sulle cuciture; che non sono però segno di bassa qualità, ma soltanto una conseguenza del materiale. Un ultimo suggerimento per riconoscere un sistema di protezione da sole e intemperie di alta qualità: le tende con braccio a snodo, quando sono aperte, devono sempre risultare leggermente ricurve verso il basso. Gli esperti usano il termine “piegatura a gomito”. Se manca questa piegatura il tessuto poggia esattamente sul braccio a snodo e in questo modo sfrega continuamente contro di esso, usurandosi presto. La mancanza della piegatura rappresenta spesso un problema proprio nelle tende più economiche. Il riduttore a ingranaggi conici è la migliore soluzione per regolare la scorrevolezza della tenda. I cosiddetti riduttori a ruota elicoidale indicano invece un prodotto di qualità inferiore.

Comfort perfetto: dispositivi automatici e unità di comando della tenda

Oggigiorno ogni tipo di tenda può essere comandata in modo automatico tramite unità di comando quali smartphone o telecomando. Un buon motoriduttore elettrico, come quello per esempio del leader di mercato Somfy, garantisce una costante tensione del tessuto, che impedisce la formazione di pieghe e allunga la durata del prodotto grazie a movimenti di apertura e chiusura uniformi e regolari. Grazie ai sistemi basati su sensori vento, le tende cassonate o quelle con a braccio snodo si chiudono automaticamente nel momento in cui viene rilevata la presenza di vento, garantendo così una protezione ottimale. Un sensore optional per il rilevamento dei raggi solari attiva automaticamente l’apertura della tenda, assicurando così che venga mantenuto fresco l’ambiente della camera o del giardino d’inverno. E se poi vi interessa creare ambienti particolari, potete scegliere di integrare nella tenda elettrica anche una soluzione di illuminazione, che vi consentirà di trascorrere all’aperto delle serate suggestive.

Il personale specializzato garantisce il montaggio perfetto della tenda

Non risparmiate laddove è bene non farlo, anche se siete esperti del fai da te. Le tende da esterno devono essere installate e fissate in maniera precisa e accurata, soprattutto perché, quando sono completamente aperte, hanno il baricentro spostato nettamente verso l’esterno e il tessuto, come la grande vela di una nave, può trasferire una enorme pressione del vento sulle aste. Il supporto di fissaggio deve quindi sostenere carichi molto pesanti. Se montata in modo scorretto, la tenda si stacca dalla parete provocando dei danni. Se non volete occuparvi di lavori di imboiaccatura e fissaggio di carichi pesanti, lasciate che sia un’azienda specializzata a montare la vostra tenda nuova: alla fine risparmierete sia tempo che denaro. STOBAG dispone di un’ampia rete di partner specializzati. Vale la pena chiedere informazioni: la qualità della consulenza, dei materiali, della lavorazione e del montaggio è un investimento sicuro per il futuro.